E se ci fosse un tesoro in soffitta?


Gli Esercizi spirituali di sant’Ignazio di Loyola

Chi ha vissuto in una vecchia casa sa che, per quanto molto grande ed accogliente essa sia, dopo molti anni richiede di un po’ di cambiamenti per diventare più abitabile e adatta alla propria vita. Girando per le stanze forse ci si accorge che ci sono pareti da tinteggiare, camere che possono essere riordinate e sfruttate diversamente, mobili da cambiare, cianfrusaglie e oggetti che si sono accumulati che non servono più, vari lavoretti di ristrutturazione da portare a termine. Insomma, la casa ha bisogno di un nuovo tocco di stile. Però, quando si inizia ad organizzare un piano dei lavori, ci si accorge che c’è molto da fare, e, non sapendo bene da dove partire, ci si sente un po’ sperduti.

 Alla stessa maniera capita nella vita di tutti di imbattersi in momenti di svolta che portano con sé degli importanti cambiamenti. Si pensi, ad esempio, a quando si sta per scegliere una facoltà universitaria, o ancora si sta trovando un lavoro. Magari si stanno per compiere scelte che portano a cambiare il luogo dove si vive, l’assetto delle relazioni e da tali scelte dipende concretamente anche il proprio futuro. Sono momenti in cui la vita assume davvero una configurazione nuova, in tutti gli ambiti, e ci si rende conto che è arrivato il tempo di fermarsi e guardarsi intorno con tranquillità, per non prendere decisioni avventate. Ritrovandosi di fronte a varie possibilità, non è semplice capire qual è la direzione migliore da prendere perché i ritmi di ogni giorno, frenetici, non danno veramente la possibilità di sostare per riflettere.

Gli Esercizi Spirituali di Sant’Ignazio sono proprio un momento per guardare con calma dentro la propria vita, in modo da fare un punto della situazione per vedere dove si sta andando. La parola chiave è … discernimento. Fare discernimento significa avere la possibilità di mettere luce sul groviglio di emozioni, sentimenti e desideri che ciascuno porta nel cuore. Gli Esercizi Spirituali consentono di conoscere tutte queste forze interiori che animano, magari scombussolano la propria interiorità, dare loro un nome e poter quindi capire quali scelte orientano meglio la vita. Vi sono infatti sentimenti e desideri che aiutano a crescere, altri che possono portare fuori strada, e gli Esercizi danno degli strumenti per accorgersi di tutto ciò.

Ma come si svolge concretamente questo itinerario? Il percorso degli Esercizi si articola in varie tappe, e può durare da alcuni giorni fino ad un mese a seconda delle esigenze di chi li compie. Durante questo tempo si sta in silenzio, possibilmente in un luogo isolato e a contatto con la natura per poter essere concentrati su se stessi. Chi compie gli Esercizi non è solo, ma è guidato quotidianamente da una persona che ha già avuto una buona esperienza di questo cammino, la quale fornisce alcuni spunti di riflessione, che hanno lo scopo di provocare, suscitando delle domande che aiutano nel discernimento. Ogni giorno ci si confronta con la guida su quanto emerge e pian piano si può comprendere qualcosa di più su se stessi.

Facendo gli Esercizi si ha un’occasione d’oro per cambiare sguardo sulla vita, scoprendone aspetti non immaginati, potenzialità inaspettate e vedere che questa casa nella quale si abita è già ricca di risorse che possono renderla più nuova ed accogliente. Forse si può scoprire che in questa vita, che sembra scorrere in maniera monotona, esiste qualcosa di più, un tesoro nascosto che la rende unica e speciale, da tirare fuori per arricchire se stessi e gli altri. È un cambio di prospettiva, che può essere fonte di molte sorprese.

 

Per approfondire puoi leggere quest’articolo su “La civiltà cattolica” cliccando al link.

Se vuoi fare l’esperienza degli Esercizi Spirituali visita il sito del Centro di Spiritualità Ignaziana e trova la proposta più vicina a te.


Our latest posts

Our popular posts